Vrbnik, isola di Krk, foto Slow Bunny



Krk, una volta la più grande isola croata, non è più per due motivi: con misurazioni al computer più accurate, è stato scoperto che Krk e la vicina Cres hanno superfici quasi identiche (405,78 km²) e con la costruzione del ponte quasi 30 anni fa, Krk ha acquisito le caratteristiche della penisola. Pertanto, Krk è ancora l'isola con i luoghi più popolati e, grazie al mite clima mediterraneo e a molte fonti di acqua potabile, sta di nuovo tornando alle mappe dei vigneti, principalmente a causa dell'indigena Žlahtina, e negli ultimi anni anche il sansigoth (nero più secco) e la trinità (Uva). di Troia).

Quando l'invito della mia cara amica e collega giornalista Sanja Muzaferija arrivò a visitare Krk con i membri dell'associazione Women on Wine con un'inevitabile socializzazione con i viticoltori locali, pensai per due minuti interi: mi ci è voluto tanto tempo per ricordare dove - dopo l'ultimo girovagare per mare - ero rimasto costumi da bagno e telo mare.

L'avventura gastronomica è iniziata sulla spiaggia di Dunat, tra Krk e Punta al bar della spiaggia Casa del Padrone con vista sull'isolotto di Kosljun e un monastero francescano costruito prima del 6 secolo. Il giovane e aspirante proprietario del bar Adrian Stimac attira gli ospiti fin dalle prime ore del mattino e spesso deve rincorrerli a casa la sera perché non vogliono lasciare l'oasi edonistica dove, oltre a fare il bagno nel mare limpido, si godono una bottiglia d'acqua gratuita e fette di anguria fredda, un asciugamano su una sdraio , bicchieri di champagne o vino con insalate di formaggio di pecora fatto in casa, acciughe di friganche, calamari o tonno alla griglia servito con insalate estive. Quando ti annoi di sdraiarti, puoi provare wakeboard o windsurf, tuffati o cavalca un motoscafo e poi concediti un rilassante massaggio tailandese ... se il prossimo articolo non fosse la Casa del Vino, probabilmente dovresti ricordarmi che è un incendio!

Noble (aggettivo generoso in slavo significa nobile) una goccia è una parte indivisibile della vita dei tonchi di salice che la coltivano nel campo di Vrbnik, una valle a nord-ovest della città. Il terreno degli acri 211 è molto fertile e profondo e il clima è estremamente favorevole. Quando ti riferisci a Žlahtina, puoi spesso sentire che "c'è qualcosa che non va - perché c'è qualcosa in ogni negozio e le aree coltivate non sono poi così grandi". Tuttavia, žlahtina è una varietà molto alta resa di: I grappoli sono molto grandi (possono pesare fino a 600 grammi!) E contengono una media di circa cento bacche ugualmente sviluppate con caratteristici aromi fruttati ed erbacei, con aromi di uva passa, mele e sporcizia prominenti. La Žlahtine è caratterizzata da mineralità e basso contenuto di alcol e deve essere bevuta come vino giovane.

foto: Spores Rabbit

Uno dei posti migliori per convincerti della magia di una nobile goccia è Enoteca Ivan Katunar Attraverso ciò ti porterà Egle Katunar, nata Vodnjanka, che ha rinunciato al suo lavoro sicuro a Zagabria e si è unita a due Johns - suo marito e suo padre - nel mantenere l'ormai quarantennale tradizione familiare di coltivazione dell'uva e del vino, che ha integrato con la produzione di olio d'oliva dalla sua città natale. Sorridente e sempre di buon umore, Egle ci ha accolto con un bicchiere di brut brut La perla della gelatina, 2017 vintage, ottenuto charmat con il metodo di fermentazione secondaria nel serbatoio. Gli aromi rinfrescanti di limone e mela verde lo rendono ideale come aperitivo, ma si adatta anche a crostacei e granchi.

foto: Spores Rabbit

Durante il tour della cantina e della cantina, abbiamo anche appreso alcune cose interessanti: l'anziano Ivan, un ingegnere elettrico, è stato tra i primi a iniziare a raffreddare l'uva e il mosto con un dispositivo che ha progettato, che controllava la fermentazione, e con l'uso di lieviti selezionati ha raggiunto la massima qualità della birra. Il padre di Ivan Antun si dimostrò un commerciante intraprendente: negli anni '50, le accise sui vini erano molto alte, quindi per evitarli, conosceva le botti in cui trasportava vino dall'esterno per versare aceto e quindi fuorviare gli esattori delle tasse - ma sorgeva un altro problema: Katunar's vini accompagnati da una voce spesso decapata! Ma non appena la botte fu aperta (e oggi le bottiglie), fu chiaro a tutti che si trattava di un trucco geniale e di un ottimo vino, come dimostra il pane 2018 fresco. anni: il profumo delicato e arioso di fiori e frutta matura sottolinea il suo carattere rinfrescante e il suo sapore leggero e setoso arricchirà ogni pasto, in particolare lo stufato di selvaggina con i fatti in casa šurlice.

Ma tu Casa del vino non solo l'inguine: è eccellente, traballante e molto bevibile chardonnay che producono solo sull'isola: dopo 12 mesi in acciaio inossidabile, altri sei maturano in botti di legno. È corposo e gli aromi inebrianti di pera e mela si sono guadagnati una medaglia d'argento alla degustazione di vini giovani di quest'anno.

foto: Spores Rabbit

Semisecco Rosé 2018 in cui il merlot prevale sul cabernet sauvignon, ha un discreto aroma fruttato, un sapore leggermente aspro e un corpo ben arrotondato che si sposa bene con i frutti di mare.

Dalla località Krasina Katunari sceglie un'altra varietà autoctona, nero piovigginoso - Sansigot - che è dovuto allo sforzo, allo sforzo e alla perseveranza straordinari dei coltivatori e dei vivai Ivica Dobrinčić trovò di nuovo un posto nei vigneti di Krk e naturalmente nelle cantine. Una varietà di potenzialità decisamente grandi è una sfida per i viticoltori che stanno solo scoprendo le sue proprietà e stanno cercando il modo migliore per vinificare. Case vinicole Sansigot John Katunar 2016 è acidi di frutta più pronunciati sul naso, corpo leggero e quindi sorprendentemente con un retrogusto solido e lungo. Gli acidi non vengono alla ribalta, i tannini sono delicati e delicati, e gli alcoli bassi aumentano l'impressione che questo vino, sebbene rosso, non sia già caldo - freddo! Denso nelle giornate calde con formaggi stagionati e piatti a base di carne magra ...

Abbiamo terminato la nostra visita alla Wine House con Moscato giallo da 2018. e quelli dolci interessanti passato San Giovanni 9 anni (4 ha riposato in botti di legno per due anni e poi altre due bottiglie) in cui regnano fichi secchi e prugne. Abbastanza carino da non aver bisogno di dessert come accessorio.

Dopo una breve passeggiata arrivammo all'altra estremità di Vrbnik nascondendo la terrazza taverne Nada famiglia Juranic situato su una gola sopra il porto con davvero wow vista della costa dove si trova Crikvenica. Ivan Juranic, nipote della signora Nade, da cui questo luogo leggendario porta il nome di un ristorante che proviene da 1974. sinonimo di buon cibo, vino e compagnia. John apprezza e rispetta l'eredità, quindi prepara i piatti secondo le fidate ricette della nonna Hope, ma cerca di presentarli in un modo leggermente diverso. Il pranzo è stato aperto alla grande arrosto di manzo panino, lo seguì tartaro di tonno, fantastico gamberi fatti in casa con gamberie prima della torta di lava con gelato dalla cucina, dorature fresche galleggiavano nei piatti.

gamberi fatti in casa con gamberi (foto: Slow Bunny)

Oltre alla taverna e alla terrazza, Nada vanta anche una cantina in cui producono i propri vini: l'immancabile birra in tre varianti: standard fresco, affinato in barrique di rovere e spumante, prodotto con il metodo classico. Žlahtina Nada è un corpo gentile e acidi delicati, con spiccati aromi di agrumi, ma comunque elegantemente diverso dagli altri ed è un vero piacere sorseggiarlo su Vidikovac con i suoni del jazz da un piccolo palcoscenico estivo, dove quella sera si esibì il grande gruppo di Novi Sad Aleksandar Dujin.

Alla Taverna Nada, alcuni piatti erano abbinati vini di Sipun la citata enologo Ivica Dobrinčić, i cui vini (in particolare sansigot e rosé di triplicato) stanno migliorando sempre di più con ogni nuova degustazione, e come mi sono piaciuti l'ultima lettura qui.

Krk potrebbe non essere più un'isola, ma profuma ancora di mare, specialmente a Vrbnik, beve buon vino e mangia eccellente spiza - anche quando tutto è in buona compagnia, il sorriso non si stacca dalla faccia ...