Sansigot Šipun (foto: Julio Frangen

Vrbnička žlahtina Krka è il primo vino che la maggior parte ricorderà quando chiederai cosa stanno bevendo con alcune delle specialità dell'isola. E più comunemente! Ma la storia continua e si espande lentamente, soprattutto grazie ad essa Ivica Dobrincic, una sorta di archeologo del vino, un agronomo laureato che, dopo essere tornato a Vrbnik da uno studio a Zagabria, si dedicò prima all'asilo e poi alla produzione del vino. Generazioni sono Dobrinčić vigneti di proprietà, ma non sorprende che Ivica ha deciso di produrre talee - per lo più varietà autoctone costiere, che ha richiesto la ricostruzione di vecchi vigneti e piantando nuove, ma vinificazione è diventata una continuazione logica. Ripristino di vecchie varietà sicuramente è un vantaggio competitivo di business, e quando si aggiunge a quella incredibile sensazione nella stiva mano può durare vite nel mondo, tranne l'uva e la storia del vino e la storia del tempo e le persone che hanno amato - non sorprende con quanto zelo Dobrinčić spiega lavoro da cui viene guidata l'intera famiglia.

Vino in cucina: Ivica Dobrinčić (Foto: Julio Frangen)

organizzato da Alfabeto di ottimi spuntini, come parte del progetto Un vino in cucina, ci sono tre varietà presentate nel ristorante Kuzma a Zagabria, dove sempre più argani decidono di visitare l'isola di Krk. Oltre alla coltivazione commerciale e la produzione di Krk Žlahtina, la cantina Sipun Ivica Dobrinčić produce il vino da antiche varietà strappare dall'oblio: Sansigot (nero Sušćan), e Trojišćina.

Žlahtina Šipun tre volte di fila con le migliori meduse ed è incluso tra i migliori vini bianchi della Croazia 15 ed è caratterizzato da longevità, facilità e fragranza. Quindi mi aspettavo di più da quello nuovo Žlahtine di 2018.Ma a parte gli agrumi sulla bocca naso e mineralità, tipica di questa varietà, anche dopo due o tre sorsi con i bastoni di pizza da cucina ristorante cucina sensazione di indifferenza non è cambiato. Ecco perché un anno più vecchio servito con patè di pesce pelagico sono stati colpiti: colore giallo paglierino con riflessi verdognoli ha dato un suggerimento che, a meno di agrumi per l'odore essere (isolotti) di erba, anche Pomes e frutta a nocciolo, in particolare pesche, e al palato è moderatamente salato, secco e molto rinfrescante . Acidi bassi, gradevoli e gustosi, ottimi per le calde giornate estive.

Ora con un sorriso sul mio viso, ho guardato più da vicino l'etichetta, come se tagliassi in quale particolare posto occupasse stilizzato - Sipuno le rose chiamavano il vecchio Vrbničani, e così chiamavano parte del loro posto.

Vino in cucina: Ivica Dobrincic e vino Šipun (Foto: Julio Frangen)

Con le vecchie varietà non si sa mai più sui vini "ordinari"
sono in qualche modo selvaggi e imprevedibili, quindi investigò Dobrincic come hanno fatto i nostri vecchi? e da Trojišćina ha prodotto colori più chiari opachi, in parte macerati e potenti alcoli 11,5%. Questa varietà, che ha usato per essere coltivato sull'isola di Sansego in cui questi capelli d'uva, perché è bene per il consumo umano, e l'origine di lei è ancora vaga e in qualche modo è rimasto fuori dalla vista e interessi degli appassionati di vino. Grazie all'entusiasmo di Ivica Trojišćina lentamente ma inesorabilmente diventando vino più serio con Quarnaro è giustamente aspirano a spremere tra i cinque migliori vini d'estate, e ha dimostrato di essere un buon partner con šurlice locale con asparagi e prosciutto.

Vigneto in cucina: Ippopotamo a tre strati opolo (foto: Julio Frangen)

Con tre dozzine, Dobrincic promuove da quindici anni Sansigot,
varietà che, una volta cresciuti su tutte le isole del Quarnero: Cres, Lussino, Unie, Srakane, Ilovik, Krk, e in particolare è legata alla Susak, isola di sabbia nel mare Adriatico in mare aperto dove una volta 80% della superficie è stato piantato a vigna, così lo chiamavano e vigneto galleggiante. Sušćan, come i sansigot chiamavano i residenti di Susak era diffuso a causa della capacità di crescere su terreni sabbiosi. Alcoli a basso e aromi floreali incantevoli e profumi di frutti di bosco Sansigot con ricordi di lampone e ciliegia sono le principali caratteristiche Šipunovog Sansigot da 2016., Vino durabilità favorevole della piccole e medie corpo. A causa della piccola quantità di bottiglie 2.000 all'anno, questo vino interessante non si ferma un po 'più a lungo in bottiglia perché è un 2015 vintage. molto rapidamente esaurito. Da un lato, è molto sottile, invece poveri taničan quindi è facile accoppiare con vari alimenti e pasti - cuoco Dejan Davidovic completato con costolette preparati in vino rosso con gnocchi romana come contorno, che ha dimostrato di essere molto buona scelta. A i
il dessert sotto forma di una pralina di cioccolato con un aceto ha confermato la facilità di unirsi a una varietà di cibi ...

Sansigot è stato dichiarato uno dei migliori ristoranti croati nel Nord Adriatico.

Infine, Dobrinčić citato alcune varietà che potrebbero in un prossimo futuro anche essere restituito alla vita in modo che gli abitanti Baska, Debejan, Brajdica, Dragan, albero, roccia, rosette ošljevina, rušljin, Trbljan, volarovo, UMIC ..., in attesa di giorni migliori . Conoscere Ivica Dobrinić non sarebbe sorpreso di vederlo molto presto!