Ivica Lovrić, responsabile educativo provvisorio per la città di Zagabria, rimane un sindaco "temporaneo", anche se il suo mandato dovrebbe concludersi con 17 nel marzo di quest'anno. Fino a quel giorno, il sindaco Milan Bandic doveva eleggere un nuovo capo di stato sulla base di un bando pubblico, ma non lo fece.

Invece, il suo consigliere speciale per gli affari sociali era più disposto a mantenere la funzione che Lovrić aveva fatto prima e durare mentre Milan Bandic non li trovava congiuntamente in questioni di giustizia penale. Poiché i suoi problemi gli impedivano di rinnovare la sua funzione, Bandic lo trasferì a servire come consigliere speciale del sindaco, e la funzione che non poteva ottenere su un'offerta pubblica a causa di ostacoli legali era temporanea. Per sei mesi.

Quindi, ogni sei mesi su un incarico temporaneo può durare sindaco porta una nuova decisione "provvisoria" Lovrića temporaneamente nominato portatori di servizio per l'annuncio della gara d'appalto e la nomina di un nuovo capo, e al più tardi entro sei mesi dalla data di emissione della sentenza.

Tuttavia, Bandic non vuole annunciarlo o cancellarlo, quindi Lovric estenderà il suo mandato per i prossimi sei mesi.

Ovviamente l'esclusione di leggi e regolamenti. Ma, in conformità con le stesse leggi e regolamenti non chiari. La bandica, che è stata provata molte volte, aveva davvero un dottorato.

E così le mani di Bandic e Lovric rimangono il futuro educativo e il presente dei bambini di Zagabria. Nel loro esempio, apprendono che non ci sono leggi che non possono essere ingannate in questo paese.