Da laboratori creativi Jelena BULUM ogni anno arriva una nuova idea, che, a giudicare dal numero e le reazioni degli ospiti che colpiscono edonisti urbani al posto giusto: il palato sempre pronto per coq au vin, la gola di vini pregiati e una squadra eccellente con il quale è possibile condividere le vostre impressioni.

L'amante della settima arte e dei vigneti per un po ', almeno una volta al mese, visita la torre del vino di Zagabria a Kaptol - cantina vinicola Bornstein - e goditi un programma dal titolo Wine & Cinema, dove il principale colpevole per loro festa fantastica Jelena Bulum e la sempre ridicola padrona di casa Doris e Ivana Srpek, insieme ai loro bicchieri discutibili, guideranno il mondo del cinema e del vino con un pizzico di morso.
Oltre alla promozione di celluloide-enologica, Jelena era Sabato scorso in collaborazione con la cantina Witrin in via Valacchia e con l'aiuto di Manuele Maras, quasi subito sotto la cattedrale, ha lanciato un altro evento urbano chiamato simpatico Bicchiere da vino dopo il pagamento. In realtà semplice idea di degustazione di vini interessanti e piatti semplici che rappresentano se stessi viticoltori e produttori, invece di andare al picco della sessione plenaria in uno dei caffè fumosi città apparentemente caduto su un terreno fertile, perché Witrin era pieno, e molti sfruttare inverno sole e ha occupato diversi tavoli di fronte all'enoteca.
Al primo incontro post-placemico, Jelena ha invitato gli ospiti ai produttori di vino istriani Nikola Benvenutija e una splendida cantina di garage di prima classe Ivu Matošinae i proprietari OPG Nikolic i cui gattini e pecore hanno un cane libero sulle rive del fiume Corano e della squadra da Zigantea chi offriva baldacchini a sandwich con boškarina affumicata e rucola e patatine al tartufo.

Cantina di benvenuto dalla piccola città di vino Kaldir è scatti hot che sono stati fermati dalla Dama dopo l'infedeltà alla Zagabria Dolac presentati tre vini: fresco dello scorso anno Malvasia, Teran Anno Domini da 2016. questa miscela di Teran nebiolla, Tempranillo e Merlot il cui nome è una combinazione efficace di origine geografica di vino e il suo colore, Caldierosso (Kaldir + rosso), anche da 2016. anno.
I vigneti si trovano nei vigneti dell'Istria occidentale, nei pressi di Montona, la famiglia Benvenuti cresciuto tre più importanti istriani varietà autoctone: Malvasia, Terrano e Moscato che a specifici micro-sedi di configurazione a schiera su un fondo bianco con particolari condizioni climatiche forniscono un eccellente materia prima per la produzione di vini di qualità che sono è una filosofia di vita familiare: il vino è esattamente ciò che la persona dietro è - in questo caso, sono Livio, Albert e Nikola. Anche se quasi un decennio più tardi ha lanciato la produzione di vini di pennacchio istriana Kozlovic, Coronica, Matosevic o Degrassi, dopo un tempo relativamente breve hanno messo in chiaro che altrettanto appartengono a questa società ...
Base l'anno scorso malvasia con il quale ha iniziato a frequentare l'uomo del mercato con i vini aspettative completamente soddisfatte: estremamente fresco, il colore giallo verdolino con un prominente aromi fruttati di frutta tropicale e mineralità presente, ma ora è armonico gusto, corposo e forte. Ha una chiamata e sta chiamando ancora! Approvato con patatine fritte, spinaci e patatine fritte che questa volta non esistevano, ma la malvasia, comodamente refrigerata, può sempre (anche) bere senza accompagnamento gastronomico.

Nikola Benvenuti in una buona compagnia

Il primo tappeto rosso Caldierosso La famiglia Benvenuti è stata prodotta da 2015. anno e annata 2017. ha già vinto l'argento a Decanter. La freschezza e tannini Caldierosso ottenuto da Teran e Nebbiolo, di colore rosso granato e la densità di Tempranillo (spagnolo varietà di bassa gradazione alcolica e acido, ricco di sostanze aromatiche e colore), e il Merlot è la sua morbidezza tutti uniti in perfetta miscela equilibrata. Ogni varietà viene raccolta e vinificata separatamente, macera le giornate 5-10, seguita dalla miscelazione di vino e stufatura in botti di legno di grandi dimensioni per circa un anno. Dominato da aromi di frutta (fragola, lampone e frutta matura scuro) e aromi floreali di violetta che alla fine si sviluppano in profumi di vaniglia e origano. È pieno, anche robusto, ma morbido in bocca e molto lungo. piatti di carne come filetti alla griglia con peperoni arrostiti o stinco di agnello in salsa di timo diritti sono la base di questa potente miscela, e boškarin fumato non è stata una cattiva scelta.
Dai vigneti della Spagna - per l'alta qualità istriana (300 mnm) - arriva un'altra prestigiosa etichetta di Benvenuti: Teran Anno Domini 2016. E con Teran hanno già raccolto premi al Decanter e IWC e dimostrato di saper far fronte a questa varietà un po 'selvaggia di cui l'acido spesso conoscere jut e letteralmente come un tormento-a-dighe-the-ago frugando palato. Le ciliegie mature e succulente dal sapore lungo e retrò sono una bomba gustosa ma equilibrata con acidi che gli conferiscono una consistenza armoniosa. Anno Domini è il terrano matura 24 mesi in botti di rovere, con un grande potenziale di sviluppo in bottiglia di almeno dieci anni, ma ora è pronto per il consumo. Oltre all'agnello, al tonno e alla bistecca, prova anche questo tartufo con il terrano!

Ivo Matošin, Babic. Ci sono molti vini e vinacce. Ivo e sua figlia Maja Matosin sono tra produttori di vino che rientrano ancora nella categoria dei garage, ma non a causa dei bassi standard di produzione e di scarsa qualità, ma solo per limitate quantità di alta qualità Babic, un vero e proprio vino terroir Mediterraneo. Piccole quantità di neonati sono quasi la regola perché la lavorazione dei vigneti è estremamente impegnativa (i vigneti dell'entroterra di Primošten sono difficili da raggiungere, aree piccole e frammentate) e le rese sono estremamente ridotte. Ma la qualità è indiscutibile perché padre e figlia producono vino che soddisfa pienamente le aspettative di una varietà caratterizzata da equilibrata acidità e tannini.
Ivo ha portato a gustare il raccolto 3 a Zagabria: 2012. (Riserva), 2016. e 2017., così giovane che non ha ancora etichetta. Ho avuto l'opportunità di provare 2013. (personalmente migliore) e 2015. l'anno e ognuno cadde dalla mia gamba - non letteralmente perché Matošini Babići, sebbene personaggio - facile da bere. Scorte da 2014. l'anno non esiste perché l'anno era estremamente secco, e lo stesso era il 2017. un anno che ricorda il primo raccolto di 2012., è anche secco. Ma poi la vigna era molto giovane e Ivo dice che è "qualcosa che non succederà più, sperimenterai qualcosa solo una volta nella vita. 14% di alcol, ma con poco zucchero perché le bacche erano semicucite. Nel vigneto più vecchio, lo zucchero avrebbe più di 30 grammi per litro e sarebbe passato."C'è una grande differenza rispetto ad altri frutti di bosco, e per la vera esperienza dei bambini, è ancora un po 'loquace.
. Ma poiché Babic da 2016, anche se ancora giovane, ma ora è di colore rosso scuro, con una ciliegia distintiva sul naso, e sicuramente il vino con una predisposizione a nel corso degli anni diventano un vino di alta qualità - in questo momento ancora sapore troppo forte e fruttato, come Babic non va bene, ma non sono sicuro che conserverà le sue vinoteche nelle cantine perché è così piacevole che non ci si può stancare.

Martina, Ivo e Jelena, affrontano la paga

Ormeggio 2017. ancora una volta, a causa delle rese estremamente basse della siccità, con un sacco di dolcificanti e sarà ancora più interessante per diversi anni. Sicuramente vino con potenziale. La vendemmia dello scorso anno è stata ottima, anni con abbondanza di pioggia e sole in abbondanza, quindi vale la pena di tenere traccia di quando sarà sul mercato.
Con Babić e una piacevole chiacchierata con Ivo, Nikola e l'altra squadra che veniva costantemente dallo stipendio, eravamo tutti contenti delle teste mentre bevevamo il famoso formaggio Pepelko OPG Nikolić.

Gli enologi e produttori questa volta il collegamento a un ospite interessante: Boris Ruzic, interior designer e architetto concettuale che è il suo approccio perfettamente tra le persone guidate da passioni simili - Ritorno alle origini, tradizioni e valori che hanno da tempo immemorabile una parte della loro regione.

Affrontato con la paga, non c'è nient'altro che un viaggio ai tuoi piedi e Dolac, e poi ..., quindi ora sai dove andare!