Ivan Ćelić, foto: Facebook

Incoraggiato da numerose chiamate e commenti da parte di persone in medicina e psichiatria, e la maggior parte delle persone che hanno o hanno un'esperienza di depressione vissuta, vorrei sottolineare quanto segue:
1. Il disturbo depressivo è una malattia psichiatrica verificata in tutti i sistemi di classificazione e come tale è totalmente equivoca a qualsiasi altra malattia fisica.
2. Dato che questa è una malattia (qui sono sicuro di non poter parlare delle molte cause o dei modi per svalutare queste cause), la depressione ha tassi di trattamento standard. Queste regole, o regole, sono il risultato di conquiste scientifiche e intuizioni contemporanee, la cui efficacia è verificata nella pratica clinica quotidiana.
3. Ognuno ha il diritto di prendere una decisione individuale su come guarire (ad esempio, camminando nei boschi o curando uno psichiatra), ma prima di tutto, il diritto umano fondamentale e democratico di essere adeguatamente informato. Difficilmente possiamo immaginare che una decisione più o meno corretta possa essere presa da informazioni deboli o da un punto di vista puramente personale.
4: l'attitudine personale a qualsiasi cosa, e quindi al trattamento, non deve essere corretta a livello di conoscenza e conoscenza, così come i singoli casi che sottolineano il cosiddetto " la verità è un'eccezione, non una regola.
5. Il principio fondamentale di ogni impegno sociale è quello di essere al servizio del bene comune, che pone tutti i pubblici e i politici in una posizione molto responsabile che le loro dichiarazioni e parole non mettano in pericolo la salute umana e in particolare la dignità delle persone bisognose.
6. La salute e la cura della salute umana devono essere soprattutto differenze politiche o ideologiche, quindi mi appello a tutti coloro che, per la natura del loro lavoro, possono influenzare e influenzare l'opinione pubblica per guidare il principio del bene pubblico, non sprecato utilitarismo, di più.
7. Portare opinioni personali sul trattamento di alcune malattie proclamate come l'unica verità e negare metodi di trattamento standardizzati e provati rappresentano una minaccia per l'individuo, ma anche per la minaccia all'intera comunità.