Anche se ha avuto molti più giochi politici nelle sue gambe, il vecchio orso politico Milan Bandic è stato schietto da una nuova bestia politica nella capanna del pollo di Zagabria (o dell'Assemblea).

Zlatko Hasanbegović ei suoi Indipendenti per la Croazia hanno rispettato tutte le promesse dei loro elettori e raramente un partito o organizzazione politica in Croazia lo elogia.

Questa non è un'impressione soggettiva, ma un fatto oggettivo che sarà riconosciuto dai loro più importanti oppositori politici. Lo ha sottolineato anche Rada Borić, leader della Nuova Sinistra, che è più spesso confrontata verbalmente con Hasanbegovic.

Bene, Borić ha notato che i loro elettori sono un po 'prescrittivi nelle loro richieste e sono più interessati ai problemi ideologici che a quelli comuni. Ma i politici sono lì per ascoltare i loro elettori, e il NHI ovviamente ascolta i loro elettori. Se li hanno scelti per motivi ideologici, allora è logico che anche questi temi saranno più preoccupati.

Indipendenti per la Croazia hanno anche ricevuto il loro capo della cultura, Anu Lederer, un ex intendente che è entrato nella Assemblea della città nella loro lista. Dovrebbe anche ricordare a se stesso perché il patrimonio culturale di Hasanbegovic è importante e come mai è diventato la stella principale della destra croata?

Intorno alla sua nomina, le lance si sono spezzate a lungo perché Bandic ei suoi compagni hanno fatto tutto il possibile per mantenere quella villa. Indipendente dalla Croazia ha insistito su di esso come la migliore soluzione per il personale e la loro persistenza ha dato i suoi frutti.

Ana Lederer è stata nominata capo della cultura per un mandato di quattro anni ed è praticamente irrilevante in questi quattro anni.

Oggi molti media hanno scritto di una terribile vendetta da parte di Bandic e mischiano il popolo di Hasanbegovic da tutte le posizioni. "La vendetta" è così terribile che Hasanbegović e la sua squadra probabilmente leggeranno questo, seduti nel loro caffè preferito e ridendo.

Queste poche iscrizioni da parte di vari consigli scolastici e artistici sono politicamente e materialmente inferiori all'ufficio più basso dell'Ufficio della Cultura.

Poiché almeno la legge dice che i sindaci sono eletti sulla base del criterio dell'esperienza piuttosto che della chiave politica, Ana Lederer può essere rimossa dalla sua posizione solo se commette una violazione più grave del posto di lavoro o se il suo lavoro viene risolto. Bandić può abolire l'Ufficio della Cultura, ma è necessario proporre la riorganizzazione dell'amministrazione cittadina, che dovrebbe essere confermata dall'Assemblea cittadina. Dove Bandic non esiste più.

Così, Hasanbegović e Bruno Esih hanno ottenuto tutto ciò che hanno chiesto per la Bandic di Milano e hanno promesso i loro elettori. Bene, più di questo. In cambio, non gli hanno dato niente. Cioè, lo hanno supportato solo nel primo anno fino a quando non hanno fatto tutti i loro obiettivi politici.

Lo hanno costretto a rinunciare pubblicamente a Titus, a difendere l'elezione di Ane Lederer come esperto di alto livello e ora possono tranquillamente passare alle elezioni anticipate.

Un sindaco? Tutto finisce. Bene e invincibile. L'invincibilità di Bandic per anni è stata creduta da tutti i suoi avversari. Probabilmente, anche Bandic stesso ha iniziato a credere di non poter perdere nessuno a Zagabria e che nessuno può superarlo.

Doveva essere in qualche modo nuovo e fresco nella Città Alta per notare come ora la macchina sia nuda.