Anche se ci sarà una grande battaglia nella città di Zagabria per il sindaco, niente di meno importante è l'Assemblea della città. Molti candidati, che sanno di non avere alcuna possibilità contro Milan Bandic, costringeranno quindi le proprie forze a un altro parlamento nello stato. È anche visibile dalla proposta dell'attuale sindaco di presentare i membri di 6 delle minoranze nazionali all'Assemblea e, alla fine, ha fornito 6 per alcuni suggerimenti futuri.

La città di Zagabria o l'amministrazione comunale presieduta dal sindaco e l'assemblea della città lavorano in modo simile al funzionamento del governo con il suo presidente e il parlamento croato. Nessuna decisione importante, in particolare la raccolta, non può passare senza che l'Assemblea lo abbia precedentemente benedetto.

Secondo lo Statuto, il Sindaco può decidere un massimo di un milione di kuna. Per tutto il resto che supera tale importo, deve ottenere il via libera dei rappresentanti della città.

Ricordiamoci della precedente convocazione dell'Assemblea. Quindi Bandic non aveva alcun rappresentante perché era il momento in cui lasciava l'SDP. I suoi colleghi lontani, i suoi vice, poi si arrabbiarono. Le sessioni erano difficili da superare. Gli SDP hanno votato più o meno contro tutto ciò che aveva proposto perché lo aveva proposto. Certo, poi erano tempi diversi quindi non avevano il supporto dell'HDZ così come di altre parti nell'assemblea. Ciò ha comportato, alla fine, come molti avvertirono, fermando la costruzione a Zagabria. In quegli anni nella principale città croata, gru e gru potevano essere elencate con una mano.

Chi controlla l'Assemblea - controllata da Zagabria, dice tutte le migliori conoscenze della politica di Zagabria e Zagabria, quindi è previsto che la battaglia non sarà meno importante per l'Assemblea della città.

Milano Bandic le elezioni passate sono andate bene, la sua strategia è andata avanti. Aveva un sacco di donne nella lista, che erano tutti noti al pubblico. Medici, ingegneri, artigiani, atleti ...

Quest'anno, in queste elezioni, Bandic va avanti all'infinito, propone di aprire l'Assemblea alle minoranze nazionali, nel modo in cui tre rappresentanti della minoranza nazionale serba, due minoranze bosniache e una minoranza albanese ricevono seggi in esso. Ciò aumenterebbe il numero di MP al massimo 57.

Ma la domanda è se questo possa essere il caso per il sindaco di Zagabria, come la maggior parte sono contro di lui. Nella commissione per Statuto, norme e regolamenti, partner del HDZ erano scettici su questo punto, mentre altri credono che si tratta di un buon populismo pre-elettorale il cui unico scopo elezione di comprare i voti dei membri delle minoranze nazionali, e il post-elettorale mettere le mani in Assemblea.

Prima della sessione, in programma il Martedì, di fronte a Old City Hall ha annunciato una protesta contro questa proposta Bandićevog. Essi sostengono i suoi avversari che non c'è assolutamente alcun motivo di essere in assemblea Zagabria principali membri delle minoranze nazionali in quanto la legge costituzionale sulle minoranze nazionali, prevede che i membri di alcune minoranze nel corpo rappresentativo di una città o contea necessario ottenere un punto solo se ci sono 5 o più per cento, a Zagabria non è il caso.

Oltre a Bandic, l'Assemblea si rivolge anche ad altri candidati. La maggior parte delle esitazioni Marko Sladoljev è consapevole che il sindaco sarà difficile da fare in queste elezioni, ma investirà molte energie con la sua squadra per conquistare più seggi nel parlamento cittadino. Lo stesso modo diventerà indipendente Bruna Esih che dovrebbe annunciare la sua candidatura mercoledì, presentare una squadra e possibilmente una lista per l'Assemblea della città.

Possiamo aspettarci forti liste di assemblaggio da altri candidati, in particolare l'HDZ e l'SDP, che ha anche fatto una nomination oggi con la nomina del Sindaco. Nell'ultimo momento, l'HDZ ha messo in gara Drago Prgometa mentre l'SDP non ha ancora deciso, sosterrà il candidato HNS Anku Mrak Taritaš o ancora consegneranno il loro candidato. Ma è importante che entrambe le parti e gli altri controllino l'Assemblea perché se Bandic diventa di nuovo sindaco e chi, che controlla l'Assemblea, lo controllerà.

Vedremo chi troverà tutto nelle liste HNS e Sandre Švaljeke non dimenticare che il gioco è ancora in gioco Ivan Pernar che, tradizionalmente, potrebbe sorprendere. C'è ancora l'iniziativa di Zagabria, che riunisce molti degli insoddisfatti anni 17 del lungo Milan Bandic.

La battaglia per l'Assemblea potrebbe anche diventare una battaglia per le donne. La legge, ricordiamolo, prescrive le cosiddette quote femminili, ma fino ad ora raramente si sono svolte. Solo il Milan Bandic, nelle elezioni parlamentari o locali, lo ha fatto. Ma quest'anno e questo potrebbe essere giudicato: più donne, più posti. Bandic ha già annunciato, condividendo le rose per la Giornata internazionale della donna, per assicurarsi che gli uomini nelle sue liste non siano stati sottoposti. E il leader della città di HDZ Andrija Mikulić ha detto che avrebbe prestato particolare attenzione alle liste e di rispettare la quota femminile. Possiamo aspettarci lo stesso da altri candidati e candidati.

In ogni caso, l'Assemblea cittadina diventerà presto un nuovo campo di battaglia a Zagabria, quando i candidati lasceranno le liste. In definitiva, l'Assemblea è importante per tutti: se sei al potere, dovresti avere queste proposte senza grossi problemi, e se non sei al potere, devi controllare chi è al potere.

Infine, ricordiamoci di Milan Bandic e Zagreb HDZ. È difficile per Bandic superare un budget che non esisteva HDZ. Se Andrija Mikulić è rimasto con lui e ha negato il sostegno del sindaco ai suoi deputati, saremmo ora a capo del commissario di Zagabria a essere nominato dal governo Andreja Plenković, L'Assemblea sarebbe sciolta e finanziamento temporaneamente. Chi controlla l'Assemblea, è anche controllato da Zagabria, e i candidati lo sanno molto bene.