Mi trovo nella scuola di Kozari Boku e ho letto: Dr. Vinka Žganca, My School - Eco School ... Mentre aspetto mio figlio, corro nei corridoi e guardo il grande poster: "Questo è il luogo della tolleranza zero alla violenza". Dai, che ironia. Perché, qui, la mia generazione nella mia pelle ha imparato cos'è questa violenza. Ma non dai colleghi. Ma dal professore ... mi siedo sulla panchina nel corridoio e sono tornato indietro negli anni 30 ...

A volte veniva chiamato "1". Maggio "e lo abbiamo amato terribilmente. Nelle composizioni l'abbiamo chiamata "bellezza rossa" perché era nuova, luminosa e rivestita di un mattone rosso. La grande palestra era tutta su di noi, e ricordando come nel cielo azzurro siamo corsi al gablec ad attenderci ai tavoli di fronte al binomio. Armadi, tavole, gessetti ... Abbiamo tutti amato e davvero apprezzato in qualche modo.

Ma su quanto abbiamo amato la scuola e quello che è successo in esso magnificamente lo scriverei in un'altra occasione. Ora sto prendendo di mira quelli che hanno fatto di tutto per spaventarci e avere paura. E questo è il "direttore della scuola" personalmente e i suoi cugini, i violentatori di bambini che non hanno scelto di punire - i professori di chimica, storia e croato.

Non è una sorpresa per me che le persone del mio quartiere, dalla mia generazione, parlano la migliore lingua croata che sento un po 'dove. Distinguiamo chiaramente tra "e" e "noi" non abbiamo problemi, e non c'è dubbio su cosa sia l'aggettivo, predicato o verbo. Perché se Rogika avesse avuto loro, Rogić avrebbe rotto le nostre teste rapidamente. Fasce, taglio di capelli e eiaculazione dolorosa. Al massimo ...

Nel peggiore dei casi, la testa di Pija era così sfacciata nella rubrica che gli faceva notare che l'intero libretto era stato dimenticato dal sangue. Il sangue, letteralmente, ha segnato gli orologi della Croazia e della storia e ho avuto la sfortuna che questa donna completamente squilibrata fosse un quattro anni a tempo pieno ...

Rogika era una donna muta, smemorata, che si sarebbe ricordata a metà del corridoio per dimenticare qualcosa nell'armadietto. Poi avrebbe messo il libretto, la borsa e la giacca nel mezzo di quello stesso corridoio e tornato in classe. Non dimenticherò mai come abbiamo trascurato le sue cose e come avevamo paura di non toccarle. Perché, oltre a curare il naso, le era terribilmente affezionata. E poi ha stretto la mano al cestino per liberarsi dei capelli rotti. Non era una presa in giro per me, anche se non ho fatto niente di sbagliato. Non mi è piaciuto perché è rimasta colpita dalla mia squadra che ha vinto a livello dell'ex Jugoslavia. Era molto eccitata per questo e mi ha preparato a leggere la composizione vincente in Lisince. Mi ricordo come è stato confezionato e che in primo luogo si sedette in ottone, i generali della JNA e alcune persone molto importanti basette in giacca e ampia krvatama. E io? Ho semplicemente temuto senza voce. Non potrei nemmeno dire lettere. Non a causa delle uniformi. Non a causa del legame e delle persone molto importanti. Ma per chi mi ha guardato dalla seconda fila ...

Rogićki era pericolosamente in competizione con un alcolizzato che stava insegnando chimica. L'abbiamo chiamato Groggy. Lo ha solo fregato regolarmente. Se non si conosce la risposta alla domanda, seguito da un colpo. Mai, mai dimenticare quanto puzzava di un cognac quando la parte posteriore è venuto da me e Eddie, che era seduto con me. Non so che cosa Edo esattamente sbagliato, forse ho sussurrato o prese un pezzo di carta ... lui terribile da dietro sulla testa ha colpito con entrambe le mani allo stesso tempo ... così forte che il mio piccolo amico inconscio appena scivolato dalla sedia.

Tutto questo ha benedetto il regista. Piccolo, liscio, con occhiali e vestiti, tesi e stretto a malapena sullo stomaco. Era crudele. E lo so, lo so, non mi piacciono i bambini. I professionisti che non avevano il cuore picchiavano i bambini, "cattivi" inviati al regista. Questi sfortunati ragazzi erano solitamente guidati da un eccellente discepolo. Ricordo, la mia storia e mia sorella, come piangeva la principale disobbedienza perché sapeva cosa li stava aspettando. Il regista non ha mai chiesto nulla, e la porta ha iniziato a battere e battere dove è arrivato. Noi, che li aspettavamo, piangemmo insieme a loro che tornavano in classe.

È interessante notare che non abbiamo mai segnalato queste cose ai nostri genitori. Solo, abbiamo pensato che fosse normale, che eravamo cattivi, che lo meritavamo e che ovunque fosse così.

Ora capisco che non è normale e che in altre scuole non è stato così. Abbiamo spesso commentato che tali professori erano a noi, a Kozari boku, per punizione. Col passare del tempo, ci credo sempre più ...

Erano, però, i meravigliosi professori che erano compassionevoli con noi, intorno a noi, e volevano renderci brave persone. Sospetto, tuttavia, che fossero osservatori silenziosi senza alcuna reazione. Nonostante tutto e tutto, siamo per lo più cresciuti in brave persone. Noto con dolore che quelli che sono stati più puniti hanno fatto qualcosa di peggio. Senza fiducia e con le teste piegate camminano attorno al quadrato come se qualcosa fosse sbagliato. E loro no. Ora, e non erano nemmeno allora ...